BLOG

Tutto ciò che ti occorre sapere se hai la minima intenzione di affrontare un sistema di rinnovamento come la vasca da bagno sovrapponibile.

Rimarrai a bocca aperta quando leggerai ciò che ti aspetta.

Vasca da bagno sovrapponibile, cosa significa?

Per capire meglio cos’è una vasca da bagno sovrapponibile esaminiamo insieme la storia di questo prodotto.

La tecnica della sovrapposizione della vasca da bagno è nata in Germania negli anni ’70. Era chiamata (e lo è tutt’oggi) “vasca in vasca” (wanne in wanne)

L’arrivo di questa innovazione trasformò parecchio il panorama fino a quel tempo conosciuto, offrendo una valida alternativa alla discutibile tecnica della rismaltatura, l’unica all’epoca disponibile.

Il metodo della sovrapposizione consiste in sostanza nell’inserire una nuova vasca, di forma e misure appositamente studiate, all’interno di quella vecchia vasca da rinnovare.

La vasca da bagno sovrapponibile è studiata per calzare perfettamente e per ottenere un risultato qualitativamente ed esteticamente eccellente, senza che sia evidente la sovrapposizione.

L’installazione della nuova vasca avviene in circa 2-3 ore, non richiede la rottura dei rivestimenti e del muretto vasca (la parte in muratura che sorregge la vasca da bagno).

Il risultato finale è assolutamente impeccabile, pari (anzi superiore) ad una sostituzione eseguita nel modo classico.

La possibilità di installare una nuova vasca in poche ore, senza allestire un cantiere, venne importata nel nostro paese negli anni ’90 e risultò subito una novità molto apprezzata dal pubblico.

Successe però un fatto spiacevole. O meglio, si creò una situazione particolare che limitò parecchio la diffusione di questo sistema.

Cosa andò storto (in Italia) con il metodo “vasca da bagno sovrapponibile”?

Gli artigiani particolarmente “FURBASTRI”, che fino a quel giorno rismaltavano vasche raccontando di possedere il segreto di una vernice dalla formula UNICA e collaudata migliore dello smalto originale della vasca, iniziarono a proporre questo servizio come un’alternativa di “migliore qualità”.

Improvvisandosi da subito ESPERTI pur non comprendendo le caratteristiche fondamentali del prodotto e del metodo originali.

In quel periodo infatti era facilissimo raccogliere ordini proponendo il nuovo concetto di “cambiare vasca senza rompere nulla nel bagno”. Peccato che il cliente si trovasse solo in seguito faccia a faccia con una serie di pessime sorprese.

Passata la prima fase nella quale il nuovo metodo veniva accolto favorevolmente per la novità che portava, emersero infatti i punti deboli dovuti all’italianizzazione di questo sistema, che ne annullarono i benefici.

I problemi principali erano causati dall’uso di materiali di bassa qualità per realizzare la vasca e dall’assenza di un collaudato procedimento di posa.

Il risultato fu quello di limitare enormemente la diffusione di un sistema in origine molto valido, creando la convinzione (comunque comprensibile) che non fosse “un buon sistema” ma più un “ripiego di scarsa qualità”.

Chi lo aveva già provato lo sconsigliava caldamente! I motivi?

  • L’assenza di un sistema di raccordo allo scarico che ne garantisse la tenuta (perdite al piano inferiore)
  • Ristagni d’acqua anti-igienici e maleodoranti tra vecchia e nuova vasca
  • La fragilità del prodotto dava origine a crepe, buchi, ingiallimenti e opacizzazione.
  • La vasca era fissata sommariamente, spesso si poteva STACCARLA dalla vecchia con una mano.
  • Rifiniture trascurate ed eseguite con prodotti scadenti.

Questo era diventato lo STANDARD all’epoca. E considerando che l’alternativa era una mano di vernice, si trattava ancora di un lavoro “MIGLIORE” di quello che veniva fatto un tempo!

Pensa in che situazione si trovava il cliente!

La soluzione

La nostra missione divenne quella di cercare una valida soluzione alle problematiche esistenti, adottando un sistema ed un prodotto che potessero soddisfare le aspettative del cliente, per creare una valida reputazione a questo metodo.

Ciò soprattutto per poter guardare alla vasca da bagno sovrapponibile come un sistema realmente alternativo al classico intervento del muratore che richiede la rottura di mezzo bagno.

Non un ripiego per fare SOLO un lavoro veloce senza grandi disagi (e ritrovarsi in una situazione spesso peggiore della precedente).

Sapevamo di dover proporre un sistema di qualità, che fosse al tempo stesso rapido, pulito, non richiedesse la sostituzione dei rivestimenti e consentisse (perché no?) di risparmiare!

L’impegno dedicato a questo progetto è stato enorme ed è durato anni.

Ma alla fine ci siamo riusciti.

Abbiamo realizzato un sistema d’eccellenza che è stato accolto favorevolmente da privati ed hotel, soprattutto di lusso (lo abbiamo installato in importanti strutture alberghiere italiane, dove con la qualità e la garanzia NON SI SCHERZA).

Il risultato oggi, è che con EasyCover sostituire una vasca da bagno è diventata un’operazione semplice, conveniente e soprattutto sicura.

Un’operazione che non comporta rischi e dura per SEMPRE.

Garantita fino a 15 anni.